Archivio

Archivio per la categoria ‘blog’

PorkoNero – Rap in fiamm’

5 Maggio 2019 Commenti chiusi

La registrazione fatta in casa dell’ultimo pezzo che ho scritto. E’ uno sfogo contro la musica commerciale di merda che sta mandando il vero rap in fiamme VS un rap infiammato di rabbia e contenuti. Manca la parte del mio compare di merende per cui la strofa si ripete 2 volte…che magari aiuterà chi fatica col dialetto partenopeo.

Non la pubblico per essere autoreferenzialx ma per condividere quello che penso nella forma che mi e’ piu’ congeniale.

Quindi, o mi segnalate del rap fico o vi zucate questo strazio (cit. dalla canzone): il contatto è alzaitoni@inventati.org

Spero vi piaccia  🙂  Buon Ascolto

 

Elenco prigionierx

1 Maggio 2019 Commenti chiusi

Non riuscendo a seguire tutte le cose che succedono vi segnalo questo link per restare aggiornatx.

Riprendo dal blog insuscettibile di ravvedimento

NO SENSE

1 Maggio 2019 Commenti chiusi

Un testo raap sull’Anarchia e cosa mi ci gira intorno

NOSENSE

Giro, rigiro, cerco il senso non lo trovo

non ho certo soluzioni e tantomeno vendo oro

sono solo un individuo, nà voce fuori dal coro

non mi importa se capisci, nessun gregge meglio solo

Tiro dritto la mia strada oscura, non è mica na passeggiata

preferisco la radura a quella comoda e laccata

nessun privilegio ma a sfregio

grido forte, non inneggio ma contesto

A volte sono drastico, lo so e l’ammetto

ma si tratta di coerenza, nessun compromesso

soprattutto coi nemici, a volte coi presunti amici

mica passerini qua siamo arabe fenici

Cadiamo, ci rialziamo, nelle ceneri sguazziamo

preferiamo nero fumo al comodo divano

c’è chi può, chi non può, io mi metto nel mezzo

si fa quel che si può per puntare in alto al cielo

Testa alta, cuore impavido e con l’umore livido

a volte bene a volte male, non è apocalittico

ma critico, col sorriso di traverso

come sempre vi derido e a tempo perso

Lupi solitari nella steppa come Hesse

in una realtà fasulla che ti inganna come Escher

minoranza tra le minoranze, mentalità diverse

ne abbiamo viste tante: cose belle, altre perverse

NOSENSE, NOSENSE, NOSENSE, NOSENSE

Prosegui la lettura…

Pensieri brevi notturni

22 Aprile 2019 Commenti chiusi

La maggior parte di chi cura blog di controinformazione anarchica lo fa non per visibilità ne per piacere ma per cercare di riempire quel vuoto che divide le piccole comunità spesso distanti che tuttavia resistono lontane e spesso isolate, anche all’interno delle stesse regioni, città e province.

Tantx siamo antitecnologicx ma si fa lo sforzo e si combatte la contraddizione interna di utilizzare questi stessi mezzi per quello che ci possono servire, mentre preferiremmo vedere tutto in fiamme e vivere al buio, che ci è più consono.

L’ondata repressiva contro gli anarchici non si è mai esaurita sin dai suoi albori: noi siamo i matti, gli inafferrabili sognatori, i distruttori dell’esistente e delle strutture che lo rendono possibile, quando ci si riesce.

Decostruiamo pensieri e sistemi di pensiero marci e corrotti; immaginiamo un mondo nuovo lontano anni luce (o nel passato o nel futuro) da quello che viviamo nel presente che fa proprio schifo.

Ci giudicano per un’idea, per il solo fatto di pensare diversamente: come nella Santa Inquisizione si giustificano cacce alle streghe quando ci sono esseri malvagi che regolano ed ereggono questo putrido mondo.

Ma noi non ci stiamo e non basteranno misure cautelari alcune a fermarci. Forse non vinceremo ma qui nessuno pretende di farlo imponendo un pensiero sull’altro.

Ma guai a chi ci tocca perché la nostra scintilla rimarrà sempre accesa e pronta a farsi miccia.

Massima solidarietà a tuttx i e le colpite nelle mille operazioni repressive,

solo disgusto per chi pretende di comandare e comandarci.

Lampi nella notte

21 Aprile 2019 Commenti chiusi

Vi propongo il testo di una canzone non ancora registrata, ma la condivido con ghigno complice prendendo atto delle diverse azioni in Italia e non solo.

da Round Robin

da Anarhjija.info

Lampi di genio illuminan la notte,un fragore, un boato, restan vetrine rotte

speranze frantumate rinchiuse nel cassetto, il tempo va veloce, troppa fretta, non aspetto

La luna ci protegge, la nebbia cara amica: mentre la notte tace c’è qualcuno che si attiva

accende le sue idee, accende la sua miccia, c’e chi è preso bene e c’è chi invece raccapriccia

A me interessa poco, non abbocco alla polemica: giusto o sbagliato credo sia un concetto che non merita

di essere affrontato, lascio fare allo Stato che pe’ smontà le lotte, c’ha già pronto il suo apparato

Scelgo l’anonimato, propaganda per l’azione quando la lingua è stanca, c’ho già qua la soluzione

attacco mirato dritto al cuore dello Stato, distruggi ogni tentacolo, suvvia forza bruciamolo

LAMPI NELLA NOTTE ILLUMINANO IL GHIGNO DI CHI NO, NON SE NE FOTTE,

DI CHI HA PRESO TROPPE BOTTE

CONTRO I MULINI A VENTO INCONTRATI NELLE LOTTE

SIAMO TUTTI VISIONARI COME DON CHISCIOTTE

E non è disfattismo o qualche forma di classismo,nemmeno avanguardismo, se vuoi chiamalo cinismo

covato e cresciuto in seno alla frustrazione dell’ennessima marcia, leggi pure processione

Solo grida, striscioni, scontri fuffa, petizioni, a volte sembran feste certe manifestazioni

non capisco l’obbiettivo, cosa cazzo se vo’ fa’: qualche ora per le strade e dopo ci si vede al bar

Non aspetto i loro tempi, i loro appuntamenti, odio agende politiche che dettano gli eventi

ma valgono i progetti che hai STRETTI tra i tuoi denti, la lama è gia affilata, nemici state attenti

Non si tratta di vittoria e menchemeno di conquista per capì come va qui non serve mica un analista

e a meno di non essere in down autolesionista evito il colpo che viene, dopo attacco e hasta la vista

LAMPI NELLA NOTTE ILLUMINANO IL GHIGNO DI CHI NO, NON SE NE FOTTE,

DI CHI HA PRESO TROPPE BOTTE

CONTRO I MULINI A VENTO INCONTRATI NELLE LOTTE

SIAMO TUTTI VISIONARI COME DON CHISCIOTTE

04.(RIV)olta una mia canzone d’amore

3 Aprile 2019 Commenti chiusi


La incontri per la strada, è bella da non credere
si porta dietro un fascino a cui non puoi resistere
Olta veste di nero, è bella e calda come il fuoco
ma va presa sul serio sennò diventi
loco

Non è di quelle che ti scalda una notte sola
lei a lungo ti accompagna e ti insegna un’altra scuola
di pensiero, di azione, d’amore
non si spegne come il fuoco fatuo di rivoluzione

Sempre viva, ognunx se la porta dentro
lei è lí che ti aspetta, questa volta hai fatto centro
non decide sul da farsi, non ti dice il dove e il quando
e se tu ti lasci andare e l’assecondi è un vero sballo

Non potrai più farne a meno e nemmeno
sostituirla o scordarla per un’altra
Olta è unica è t’accompagna tipo mantra
dalla parte buona della barricata

Con Olta è vita intensa come sempre l’hai sognata
con Olta è vita intensa come sempre l’hai sognata

OLTA, OLTA MI ISPIRA ANCHE STAVOLTA,
MI SPINGE ALL’OBBIETTIVO, VA DRITTA NON MI STOPPA
OLTA NON SI ACCONTENTA NON CI METTE UNA TOPPA
CON OLTA È TUTTO NUOVO, LEI È SELVAGGIA E SCONVOLTA

OLTA, OLTA LA MIA MUSA DISTORTA
MOLTI NON LA SOPPORTANO LA VORREBBERO MORTA
MA A ME PIACE COSI SPONTANEA, DISINVOLTA
FINCHE CI SARA’ VITA LEI NON SARA’ MAI SEPOLTA

Passa il tempo, prendete confidenza
girate sempre assieme non potete stare senza
Olta è la tua ombra o forse tu la sua
ma poco importa e cosi quest’avventura

Paritaria, orizzontale, vi potete interscambiare
ruoli, generi, opinioni, Olta agisce no pipponi
sempre nuova, inaspettata, e un’adunata un pó agitata
ma il sorriso v’accompagna é un amore che non stagna

Senti la brezza del vento sulla faccia
il fuoco ti accarezza, scorre nelle tue braccia
rinforzi la pellaccia, nessuna faticaccia
per alcuni é una donnaccia, va con tutti è una minaccia

Allo status quo, all’immobilitá in cui ci vorrebbero
come rami, senza radici e albero peró
qua faremo un gran faló,
rimarrá poco, solo il nocciolo

E nelle strade brucierá con intensitá e passione
coinvolgendo ogni cittá, ogni quartiere, ogni rione
e nelle strade brucierá con intensitá e passione
coinvolgendo ogni cittá, ogni quartiere, ogni rione

OLTA, OLTA MI ISPIRA ANCHE STAVOLTA,
MI SPINGE ALL’OBBIETTIVO, VA DRITTA NON MI STOPPA
OLTA NON SI ACCONTENTA NON CI METTE UNA TOPPA
CON OLTA È TUTTO NUOVO, LEI È SELVAGGIA E SCONVOLTA

OLTA, OLTA LA MIA MUSA DISTORTA
MOLTI NON LA SOPPORTANO LA VORREBBERO MORTA
MA A ME PIACE COSI SPONTANEA, DISINVOLTA
FINCHE CI SARA’ VITA LEI NON SARA’ MAI SEPOLTA

 

Prima puntata di Radio Calle.00

28 Marzo 2019 Commenti chiusi

Ecco la prima puntata di RadioCalle. Scusatemi per la voce cavernosa ma sono a pezzi. Piuttosto godetevi il sound!!!

qui il link se non si sente: https://archive.org/details/RadioCalle.00_201903

Audio: Cosi…parliam di Zarathustra

24 Marzo 2019 Commenti chiusi

C’era in me l’intenzione di cominciare una radio associata a questo blog ma mai avrei pensato che il primo podcast parlasse di Federico uno degli autori cardini di fine ‘800. Senza troppe pretese né professionismi che non mi appartengono, come sempre vi racconto la mia, piaccia o meno, con l’intento di far generare una discussione e a qualcunx e perché no qualche spunto creativo e conoscitivo vero e proprio. Spero piaccia oppure come diceva qlcunx ste cazze di ovaie! Sopravviverò ugualmente!

Questo il link per ascoltare e scaricare se dovesse dare problemi il player

Elio Veltri racconta la storia di Bruno Fuduli

16 Marzo 2019 Commenti chiusi

https://archive.org/details/ElioVeltriRaccontaLaStoriaDiBrunoFuduli

Elio Vetri (http://it.wikipedia.org/wiki/Elio_Veltri) racconta la storia di Bruno Fuduli, forse primo broker della cocaina della ‘ndrangheta, una figura a meta’ tra un ministro degli esteri ed un manager di azienda.
Il racconto di Veltri è¨ stato raccolto da Claudio Metallo, alla presentazione del libro Mafia Pulita, scritto dallo steso Veltri e da Antonio Laudati. L’incontro è stato organizzato ad Amantea, da Rosanna Grisolia direttrice del mensile Cultura Calabrese.

Run time 6 minutes 40 seconds
Producer Claudio Metallo
Audio/Visual sound

Onde stornallAte solidali

16 Marzo 2019 Commenti chiusi

Presto scriverò qualcosa  a riguardo della repressione che sta colpendo campagnx in tutto il mondo.

Intanto ripubblico una vecchia selecta sperando che carichi con energia chi è in fuga, chi glié rode er culo e chi invece non vede l’ora di muoverlo.

ai soliti mollx nemmeno un pensiero…scusate per qualche nota stonata ma qua non siamo professionisti di niente, solo vogliosi di fare del nostro meglio e scardinare tutto il possibile

Forza a tutte le ribellx dal PorkoNero e dalla DirAZIONE

Categorie:blog, propagandA Tag:

PorkoNero – Persone Irriducibili

20 Febbraio 2019 Commenti chiusi

Come DirAzione prendo atto della manovra nazionale antianarchica, che non dà tregua in tutta Italia e butto giù due righe di stomaco, in maniera del tutto individuale.

Credo che oltre la solidarietà, la diffusione, e l’appoggio incondizionato a chi si trova a subire le conseguenze repressive della lotta che abbiamo deciso di intraprendere, l’unico modo per reagire sia non dar tregua a chi ci vuole passivi e incatenati in un sistema, a mio avviso, solo apparentemente forte e indistruttibile. In realtà il nostro nemico presenta falle su tutti i fronti, fa acqua da tutte le parti: sta alla nostra fantasia trovare i punti deboli, guardarsi attorno con la volontà di far male e fargliela cacare. Dalla nostra parte abbiamo un’IDEA intramontabile e multiforme, come i nostri sogni.

Dedico questo singolo ai compagni e alle compagne inquisitx nelle operazioni Scripta Manent, Panico, Scintilla, Renata in Italia e a tuttx colorx che resistono irriducibilmente in giro per il globo.

A voi tuttx carinho, solidarietà e forza.

A chi ci vuole male solo odio. I nodi presto o tardi verranno al pettine…

Segue il testo della canzone: Prosegui la lettura…

Dsa Commando – Children Of Dog

19 Febbraio 2019 Commenti chiusi

Pezzaccio dei Dsa Commando bello power dall’album Sputo del 2015.

Rispetto questo blog a briglia sciolta, questo è un palese esempio di Rap AntiAutoritario che sfonda le barriere del classico HipHop è si fa Polimorfico.

Buon ascolto e mi raccomando di restituire le dentiere alle nonne. A rispetto prenderò una posizione chiara e prossimamente arriverà un comunicato ufficiale di Dissociazione dalla DirAzione.

Istruzioni per l’Uso

10 Febbraio 2019 Commenti chiusi

Risultati immagini per sabotaggio

Questo blog viene gestito in maniera assolutamente autonoma e non-professionale, quindi ci scusiamo in anticipo con gli esteti della nuova generazione digitale che lo potrebbero trovare di non loro gradimento. A riguardo saranno prese in considerazione eventuali segnalazioni ricevute alla mail di contatto (alzaitoni@inventati.org) ma tengo a precisare che qui la priorità sarà data ai contenuti, in un’ottica non pubblicitaria dei singoli o gruppi, bensì dei messaggi veicolati e della loro potenziale sovversivitá.

Per chi è interessato a capire come il blog funzioni e/o come poter collaborare, vi scrivo queste righe a mó di bussola.

Visto che vengono pubblicati post quantomeno variegati, capisco che ci si possa facilmente perdere nel navigare questo blog. Provando a rimediare ci sono tutta una serie di link per muoversi più agilmente, a partire dal banner alto che funge da Home, in cui compaiono gli ultimi articoli; poi le varie pagine (chi siamo, contatti…) subito sotto. Tra queste pagine, le quattro finali sono per gli amanti del RAAP, a cui dedico uno spazio esclusivo visto che il blog ha delle chiare derive contenutistiche (sigh); quindi a voi rappettarx come me sono indirizzati i link:

Download: dove si possono scaricare gli album.

Videoclips: dove potete vedere i video girati per i singoli pezzi .

Canale Utub: dove ci sono linkate due playlist, una per i singoli e l’altra per gli album.

Solo RAAP: dove compariranno solo i post contenenti canzoni

Poi sulla parte destra del blog (che fatico a sistemare) ci sono le categorie e le tags, che fungono da ulteriore aiuto per chi sta cercando cose specifiche e puntuali e non voglia perdersi in mezzo stó bordello.

Senza alcuna fede

La Direzione Avversa

Categorie:blog Tag: , ,

03. PuntiCardinali

2 Febbraio 2019 Commenti chiusi

Testo della canzone Prosegui la lettura…

Lettera di un’immigrata africana a Salvini.

28 Gennaio 2019 Commenti chiusi

Come curatore del blog R.A.A.P. pubblico questa bellissima lettera segnalatomi da un’amica; il testo che poco ha a che vedere con la musica, a mio avviso dovrebbe ispirare schiere di musicisti e artisti in generale nel produrre finalmente UN’ARTE DI PROTESTA, che demolisca il modo di vedere e fare le cose vergognoso di chi comanda alla nostra faccia, contro il nostro volere, sulle nostre teste, sotto il nostro naso. Combatterli con ogni mezzo necessario, senza aspettare, senza se e senza ma, prima che sia troppo tardi.

Risultati immagini per africa salvinio

Ho visto la sua faccia ieri al telegiornale. Dipinta dei colori della rabbia. La sua voce ,poi, aveva il sapore amarissimo del fiele. Ha detto che per noi che siamo qui nella vostra terra è finita la pacchia. Ci ha accusati di vivere nel lusso, rubando il pane alla gente del suo paese. Ancora una volta ho provato i morsi atroci della paura… Prosegui la lettura…

Nasce R.A.A.P.

22 Gennaio 2019 Commenti chiusi

R.A.A.P. (RimeAntiAutoritariePolimorfiche)

Mientras la lucha permanezca, yo viviré”

El Angry

Comincio individualmente questo blog con l’intenzione di circoscrivere una certa tendenza di concepire e fare rap, provando a riscattare le sorti di questa splendida espressione artistica dalla mercificazione dilagante degli ultimi almeno 10-15 anni e dalla sua commercializzazione e diffusione di massa nelle sue espressioni più becere. L’ennesimo boccone fagocitato e risputatoci impacchettato in formato compresso e scaricabile .pop

Allo stesso tempo si vuole diffondere attraverso uno strumento informatico agile come il blog su una piattaforma quale Autistici, indipendente e autogestita, il Rap AntiAutoritario nelle sue molteplici forme, stili, influenze e latitudini, creando un canale indipendente che funga da cassa di risonanza per la musica, i testi, le voci e le molteplici esperienze che spesso certi album e certe canzoni si portano dietro. E perché no? Fare da rete per connettere situazioni e personaggi che altrimenti non si annuserebbero neppure.

Ma proviamo ad andare per ordine anche se non é il mio forte. Provo a spiegarvi questo RAAP che non è una banda armata, anche se ha un arsenale di rime nascoste nei meandri dei peggio posti.

Prosegui la lettura…