Scrivere ad Erik G. King

22 Febbraio 2019 Nessun commento

Dopo aver pubblicato una lettera dal carcere di Erik, ecco qualche informazione utile.

Eric G. King é un anarchico vegano statunitense, arrestato e accusato per un tentativo di attacco incendiario ed esplosivo contro un ufficio di un funzionario governativo a Kansas City, nel Missouri, nel settembre 2014.

Erik è stato accusato di aver lanciato un martello attraverso una finestra dell’edificio, seguito da due cocktail Molotov.

Nel marzo 2016 è stato condannato a dieci anni di carcere.

Per scrivergli

Eric King #27090-045
USP Leavenworth
U.S. PENITENTIARY
P.O. BOX 1000
LEAVENWORTH, KS 66048
U.S.A

Chiaramente tutta la corrispondenze viene aperta e controllata, quindi tenete conto che, se da un lato è caldeggiato l’invio di materiali controinformativi e quant’altro, dall’altra parte potrebbero essere motivo per cui la corrispondenza privata venga trattenuta e sequestrata insieme al materiale, senza quindi arrivare al compagno detenuto.

Maggiori INFO: https://supportericking.org/

Spagna: Manifesto di solidarietà con la resistenza di Torino

21 Febbraio 2019 Nessun commento

Fonte

Solidarietà con la resistenza a Torino e con gli arrestati nell’“Operazione Scintilla”

Lo scorso 7 febbraio la polizia ha sgomberato l’Asilo Occupato, un centro sociale occupato da 24 anni.

Allo stesso tempo era in corso un’operazione antiterrorismo contro altri compagni, collegandoli alle lotte contro i C.I.E., il razzismo istituzionale e le frontiere.

16 persone sono state arrestate, delle quali ancora 7 si trovano in carcere. Quelli rilasciati sono sottoposti a misure cautelari, alcune piuttosto complesse.

I compagni hanno opposto resistenza sul tetto dell’Asilo per 36 ore, mentre attorno erano in corso numerose espressioni di appoggio e solidarietà.

Nei giorni seguenti si sono svolte varie manifestazioni di solidarietà, tutte represse e con altri arresti. Nonostante tutto, LA RESISTENZA CONTINUA

LIBERTÀ PER CLAUDIA, NICCO, ANTONIO, BEPPE, SILVIA, GIADA E LARRY!

“Fanno la guerra ai poveri e la chiamano riqualificazione. Opponiamo resistenza ai padroni della città!”

PorkoNero – Persone Irriducibili

20 Febbraio 2019 Nessun commento

Come DirAzione prendo atto della manovra nazionale antianarchica, che non dà tregua in tutta Italia e butto giù due righe di stomaco, in maniera del tutto individuale.

Credo che oltre la solidarietà, la diffusione, e l’appoggio incondizionato a chi si trova a subire le conseguenze repressive della lotta che abbiamo deciso di intraprendere, l’unico modo per reagire sia non dar tregua a chi ci vuole passivi e incatenati in un sistema, a mio avviso, solo apparentemente forte e indistruttibile. In realtà il nostro nemico presenta falle su tutti i fronti, fa acqua da tutte le parti: sta alla nostra fantasia trovare i punti deboli, guardarsi attorno con la volontà di far male e fargliela cacare. Dalla nostra parte abbiamo un’IDEA intramontabile e multiforme, come i nostri sogni.

Dedico questo singolo ai compagni e alle compagne inquisitx nelle operazioni Scripta Manent, Panico, Scintilla, Renata in Italia e a tuttx colorx che resistono irriducibilmente in giro per il globo.

A voi tuttx carinho, solidarietà e forza.

A chi ci vuole male solo odio. I nodi presto o tardi verranno al pettine…

Segue il testo della canzone: Prosegui la lettura…

Op. Renata: Nuovi Arresti in Trentino

20 Febbraio 2019 Nessun commento

Fonte: csakavarna.org

Operazione Renata.
Alle 4 questa mattina perquisizioni negli spazi e in casa di compagni e compagne fra Trento, Bolzano, Rovereto. 7 arresti, 6 con misure cautelari in carcere e 1 con misure cautelari ai domiciliari. I reati contestati sono 270 bis e 280 bis.
Perquisizioni al Tavan e alla Palestra Popolare di Trento, alla Nave dei Folli e al Cabana di Rovereto, alla Katakombenstube di Bolzano. Alcuni arrestati in trasferimento in altre carceri.
Reparti celere presenti in diversi punti della città (Palazzo Regione, Municipio, Palazzo del Governo).

AGNESE, GIULIO, NICO, POZA, RUPERT, SASHA, STECCO LIBERI!
TUTTI LIBERI TUTTE LIBERE MALEDIZIONE

Pubblichiamo gli indirizzi di alcuni arrestati (quelli ad ora conosciuti): Prosegui la lettura…

Torino – testo letto dai solidali al processo Scripta Manent

20 Febbraio 2019 Nessun commento

Ricevo e diffondo con piacere questo aggiornamento. Mi compare un ghigno maligno pensando che le compagnx presenti all’udienza abbiano fatto interrompere la pagliacciata dello Sparagna.

 “Perché daje e ridaje poi la gente s’incazza, sfotti e sfruculea dopo un pó unx si strazia, rinforza la corazza, accarezza la rivolta e non è mica pazza se torna indietro la giocata”

Lunedì 11 febbraio nell’aula bunker del carcere di Torino un nutrito gruppo di compagni e compagne ha espresso la sua solidarietà agli anarchici/e sotto processo in seguito all’Operazione “Scripta manent”. Il PM Roberto Sparagna, è stato impossibilitato a prendere parola per formulare la sua requisitoria. Dopo diversi slogan e la lettura del seguente testo, la Corte ha interrotto l’udienza. L’aula è stata sgomberata dall’intervento delle squadre antisommossa. Nel corso della protesta è stata espressa solidarietà a tutti gli anarchici arrestati sotto processo in questo periodo, in seguito all’operazione “Scripta Manent”, operazione “Panico” e “Scintilla”, e contro lo sgombero dell’Asilo Occupato a Torino. TUTTI LIBERI!! EVVIVA L’ANARCHIA !!

Testo:

Qui si stanno mettendo sotto accusa 20 anni di storia dell’Anarchismo.
Non siamo imputati, ma questa è la nostra Storia ed il nostro percorso rivoluzionario.
E proprio a questo percorso appartengono le pratiche oggi sotto processo.
Siamo tutti coinvolti e i boia dello stato non possono definire né comprendere le nostre idee e le nostre vite.
Solidarietà ai prigionieri anarchici e rivoluzionari!
Non un passo indietro, Sempre A Testa Alta.
“Fermamente e senza compromessi verso il nostro obiettivo”.
Per l’Anarchia”!

Dsa Commando – Children Of Dog

19 Febbraio 2019 Nessun commento

Pezzaccio dei Dsa Commando bello power dall’album Sputo del 2015.

Rispetto questo blog a briglia sciolta, questo è un palese esempio di Rap AntiAutoritario che sfonda le barriere del classico HipHop è si fa Polimorfico.

Buon ascolto e mi raccomando di restituire le dentiere alle nonne. A rispetto prenderò una posizione chiara e prossimamente arriverà un comunicato ufficiale di Dissociazione dalla DirAzione.

Notizie da Napoli

19 Febbraio 2019 Nessun commento

Giovedì 14 febbraio, dopo innumerevoli rinvii, si è tenuta l’udienza presso il tribunale del riesame di Napoli che doveva decidere sulle misure cautelari per una ventina di compagni e compagne e sul sequestro del Centro Studi Libertari “Louise Michel” e dello spazio 76A.
All’inizio dell’udienza la Corte stessa ha posto la questione dell’inammissibilità dell’appello presentato dal P.M. Catello Maresca. Dopo aver ascoltato le parti in merito alla questione specifica, si è riservata di pronunciarsi entro cinque giorni. Stamattina 15 febbraio la Corte ha dichiarato l’inammissibilità dell’appello.

Anarchici e Anarchiche a Napoli.

Attacchi e Torture a Eric King

18 Febbraio 2019 Nessun commento

Traduco dallo spagnolo una lettera di Erik King pubblicata sulla pagina in suo supporto.

Il 17 agosto (il giorno dopo in cui veniva rimosso chirurgicamente il cancro di mia moglie) dopo aver esaminato una e-mail che avevo inviato, il tenente Wilcox mi chiamò nel suo ufficio. Al mio arrivo, il nuovo SIS (Servizio d’Indagini Speciali) mi portò in un ripostiglio. Wilcox è circa 5 cm più alto e 14 – 18 kg più pesante di me. È conosciuto per le sue grida e le maniere forti, e si assicura che nessuno dimentichi quanto sia malvagio.

Entrato nel ripostiglio, iniziò immediatamente a provocarmi per farmi litigare con lui, dicendomi che se era vero che odiavo la polizia così tanto, avrei dovuto dimostrarlo. Va segnalato che in quel momento mancava una settimana al trasferimento in un carcere di bassa sicurezza, motivo per cui avevo lavorato in modo eccellente senza avere procedimenti disciplinari. Mi hanno chiamato “prigioniero modello” (risate) alle riunioni della mia squadra. Questo era tutto ciò che volevo e stavo facendo tutto il possibile per arrivarci. Ma Wilcox aveva altre idee a riguardo. Prosegui la lettura…

Shiver – Lettera ad un politico

18 Febbraio 2019 Nessun commento

E già che ci siamo un’altra canzone di Shiver ce la meritiamo tutta!

Questa è bella tosta (anche il videoclip), dritta al petto senza peli sulla lingua come piace alla DirAzione.

Shiver ft Nor e Spike (Effementi) – Come Loro

18 Febbraio 2019 Nessun commento

Altra bella collaborazione, questa volta tra Shiver e gli Effementi, con MescaLavey de Ill Germe alle batteria, produzione WishMaster.

Sesto Carnera – Disorder ft. Mega 195 & Dope One

16 Febbraio 2019 Nessun commento

I comparx abbruzzigenx mi segnalano questo pezzo, che ascoltandolo…STA BBENE!

Non conoscendo chi canta, vi copio quello che ho trovato.

Secondo estratto del progetto “Scripta Manent”. Alle liriche Mega 195, Sesto e Dope One.

Murubutu – Quando venne lei

16 Febbraio 2019 Nessun commento

Dal disco “La bellissima Giulietta e il suo povero padre grafomane” del 2011 beccatevi questa!!! Semplicemente Poesia.

La capacità e sensibilità di raccontare una storia zozza come la robba e farti commuovere invece che incazzare.

Grande Murubutu, maestro indiscusso dello storytelling italiano.

¡Luis Carlos Rua Presente!

15 Febbraio 2019 Nessun commento

Ripreso e liberamente tradotto da qui.

Giusto per contestualizzare i fatti, Luiz Carlos Ruas detto El Indio viene assassinato da due fasci di 21 e 26 anni la notte di natale del 2016 a San Paolo in Brasile. L’uccisione avviene all’interno della stazione metropolitana Pedro II, mentre Indio provava a difendere un gruppo di trans dai due aggressori.

In una notte di Natale per niente pacifica, due neo-nazisti inseguivano dex transessualx che si trovavano all’interno della stazione di Pedro II, con l’intenzione di fare la stessa cosa che hanno fatto con Indio. Ciò dimostra solo la ricerca persistente contro chi libera i propri desideri e volontà e si ribella alla normalità imposta. Tuttavia, in una negazione convinta alla passività, il venditore ambulante di 54 anni ha deciso fermamente di difenderlx. Questo atteggiamento gli è costato la vita. Prosegui la lettura…

Bisca&99Posse – RigurgitoAntifascista + S’adda’ appiccia’

14 Febbraio 2019 Nessun commento

Vi mando questa scarica d’energia direttamente dagli anni ’90, precisamente dal ’94, quando usciva questo doppio disco che raccoglieva le registrazioni dell’Incredibile Opposizione Tour“.

Spettacolo!

Iniziative Internazionali

14 Febbraio 2019 Nessun commento

Questo post é indirizzatx a tuttx quellx lontanx dal territorio italiota.

Non conosco nel dettaglio le iniziative pubblicate, né chi le organizza ma se mi trovassi in uno di stí posti CI ANDASSI sicuramente a buttare un occhio! Approfitto per dire che non è mia intenzione appesantire ulteriormente la pagina con pubblicazioni rispetto: concerti, benefit, presidi, chiamate internazionali ed altre cose di questo tipo, un pó perché mi interessa poco (a parte casi speciali), un pó perché già esistono diverse pagine che lo fanno da tempo e sono molto più conosciute di questa, appena iniziata. Poi in ogni caso c’é FaceBook, quindi state pure tranquillx… Prosegui la lettura…

Mare Advertencia Lirika Bienvenidx.

14 Febbraio 2019 Nessun commento

Pezzo di Mare Advertencia Lirika, rappera oaxaqueña, estratto dall’album “Siempre Viva”

Testo di Mumia Abu-Jamal su Haiti

14 Febbraio 2019 Nessun commento

Ricevo e diffondo.

Adesso che Haiti arde nuovamente, ascoltiamo e leggiamo quello che ne pensava Mumia nel gennaio 2010.

Per chi volesse informarsi su questo prigioniero consiglio di buttare un occhio a questo link.

Haiti nelle nostre menti

Il recente disastro naturale ad Haiti ha posto questo paese, ancora una volta, sotto i riflettori del mondo e ha accentuato il meglio e il peggio di noi. La magnitudine della sofferenza umana ha suscitato grande compassione nel mondo e molti governi si stanno mobilitando per aiutare coloro che non hanno come aiutarsi (da soli).

Haiti, conosciuta durante l’epoca coloniale come “la perla delle Antille” e poi come “la madre delle rivoluzioni”, ha sofferto per quasi due secoli per aver osato combattere e conquistare la libertà dal colonialismo e dal saccheggio europeo.

I media aziendali ci informano che Haiti è la nazione più povera dell’Occidente. Ma non ci dicono mai come è arrivata ad esserlo. Quanti di noi sanno che gli Stati Uniti hanno brutalmente occupato Haiti e vi sono rimasti per 20 anni? Quanti sanno che Haiti, che ha avuto la temerarietà di sconfiggere non solo uno, non due, ma ben tre eserciti coloniali – francese, inglese e spagnolo – è stato costretto a pagare risarcimenti alla Francia per quasi 200 anni? Quella fu la prima e unica volta in cui un vincitore in guerra dovette pagare il paese che aveva sconfitto. Prosegui la lettura…

Manifesto Solidarietá

13 Febbraio 2019 Nessun commento

Estratto da Round Robin

Sul sito di cui sopra potete trovare tutti comunicati di solidarietà.

Indomitamorfosis – Indomitamorfosis

12 Febbraio 2019 Nessun commento

Da oltreoceano arrivano le prime segnalazioni e me ne rallegro.

La rapper in questione è la compa cilena: INDOMITAMORFOSIS e questo é un pezzo dal suo album Matar Nunca Termina (scaricalo da qui).

Di seguito il testo della canzone Prosegui la lettura…

Russia: Un’altra ondata di arresti e torture contro gli anarchici.

12 Febbraio 2019 Nessun commento
 
Immagine correlata

 

Il 1° febbraio 2019, gli agenti del Servizio Federale di Sicurezza, l’organo di sicurezza dello Stato russo erede del KGB[1], hanno arrestato una decina di persone nell’ultima ondata della loro campagna repressiva condotta contro gli anarchici di tutto il paese.

Dopo una brutale tortura durante le seguenti 24 ore con lo scopo di costringerli ad auto-incolparsi, hanno rilasciato 11 di loro. L’ultima persona, Azat Miftakhov, attualmente scomparso (all’interno del sistema giudiziario), mentre il FSB aveva continuato a torturarlo, negandogli la visita dell’avvocato.

Questo è solo l’ultimo di una serie di casi nei quali il FSB ha utilizzato la tortura per forzare gli arrestati a rilasciare confessioni false, con l’intenzione di fabbricare “cospirazioni terroriste” per reprimere l’attivismo anche in altri paesi.

Prosegui la lettura…